Web e Social Media per le strutture turistiche del sud

Per gli Hotel e per chi lavora nel Turismo, oggi più che mai nasce l’esigenza di qualificarsi e di accomodare le spettative e le abitudini degli utenti che programmano la loro vacanza o scelgono un ristorante sulla base del passaparola diffuso su Facebook, delle recensioni su TripAdvisor o delle foto su Instagram. Una Puglia e un Salento che si proietta al futuro vede Politiche di Comunicazione sempre più mirate sul web marketing turistico e in sincronia con tutti i mondi virtuali in cui socialmente gli utenti si esprimono e in cui possa essere determinata un precisa azione di booking per la propria vacanza in Puglia.

Oggi i social media spiazzano il resto dei canali mediatici e rivestono il ruolo più importante nel far conoscere la Puglia all’estero, con a seguito siti internet e blog. Finalmente, l’utilizzo di strategie di web marketing turistico e di posizionamento che coinvolgono i social network iniziano ad essere prese seriamente in considerazione.

 

Ottieni un Report Gratuito sullo stato di salute del tuo sito web e della tua reputazione online

 

Scenario in Puglia

Secondo l’ultimo Rapporto sul Turismo in Puglia rilasciato dall’Osservatorio Regionale sul Turismo, il turismo in Puglia ha ottenuto un incremento del 2% di arrivi e presenze e del 5% per il turismo estero rispetto allo stesso periodo del 2018. Dopo un inizio di anno poco soddisfacente, a partire dal mese di aprile c’è stata una ripresa.
Tuttavia il flusso turistico cresce soprattutto nelle aree di Bari, nella Valle d’Itria, nelle località della Magna Grecia, della Murgia e delle Gravine e Taranto, con il Salento che cresce meno rispetto al passato.

Anche le stime sull’estate scorsa sono rassicuranti: il turismo internazionale vede un incremento dall’estero stimato all’ +8% per gli arrivi e +12% per le presenze. Tra i mercati in maggiore crescita nell’estate 2019 si collocano, nell’ordine, la Germania, il Belgio, i Paesi Bassi, la Francia, la Bulgaria, la Russia, gli Stati Uniti d’America, la Polonia e la Spagna.

Dal 2015 al 2018 gli arrivi e le presenze nella regione sono aumentati: +43% di arrivi e +33% di presenze, dati confermati anche dalla crescita esponenziale di traffico negli Aeroporti di Puglia, di Bari e di Brindisi.

Salento al primo posto

Il Salento rappresenta la meta preferita per chi vuole dedicarsi una vacanza estiva all’insegna del divertimento e dei paesaggi mozzafiato, senza dover arrivare dall’altra parte del mondo e senza dover spendere una fortuna. La provincia di Lecce in estate registra il maggior flusso turistico di presenze che si distribuiscono nelle varie località balneari.

Il 38% degli arrivi totali sono concentrati nei mesi di Luglio e Agosto. Giugno e Settembre accolgono rispettivamente il 13% e l’11% degli arrivi totali.  I flussi stranieri sono quelli che tendono a distribuirsi in modo più uniforme nell’arco dell’anno.

Non solo mare

Rilevante è sempre la componente balneare.Tuttavia la distribuzione dei flussi verso l’entroterra e la scoperta di “nuove destinazioni” all’interno della Puglia hanno portato a un incremento significativo degli arrivi nei comuni della Valle d’Itria (Martina Franca, Ceglie Messapica, Cisternino), della Magna Grecia, Murgia e Gravine (Ginosa, Maruggio e Castellaneta) e del Salento (Ugento,  Castrignano del Capo e Salve). Negli anni passati teneva bene Gastronomia e Folklore a discapito del patrimonio artistico e dell’entroterra, per i quali si registrava un sapere vago e basso interesse.

Oggi la Puglia, grazie all’offerta crescente di percorsi culturali, naturali, enogastronomici, non è più una destinazione a esclusiva vocazione balneare. Gli stranieri amano scoprire borghi storici e  paesaggi naturali, da visitare in tutte le stagioni e non più solo in piena estate. Lo conferma anche l’indagine dell’Università Ca’ Foscari di Venezia che ha coinvolto 400 turisti che hanno soggiornato in Puglia. Sono sempre meno coloro che scelgono la nostra regione per il mare (dal 67% del 2016 al 50% del 2018) mentre aumenta la quota di coloro che optano per un soggiorno itinerante rivolto alla ricerca dei borghi e delle vie del gusto.

La scelta della struttura ricettiva

Per quanto riguarda Hotel e B&B, continua il processo di incremento dei posti letto e di qualificazione dell’offerta ricettiva pugliese. Aumenta complessivamente il numero delle strutture ricettive accompagnato da una forte qualificazione dell’ospitalità (riduzione delle strutture 3 stelle a fronte di un incremento dei 4 e 5 stelle).

Il 69% delle presenze straniere si concentra nelle strutture alberghiere contro il 59% degli italiani. Gli stranieri prediligono gli alberghi a 4 stelle (37,6%, più degli italiani 29,1%), seguiti dai 3 stelle (17,9% e 18,8% per gli italiani).

Come web e social media influenzano la scelta delle strutture e destinazioni turistiche

Secondo il rapporto dell’ Osservatorio Regionale sul Turismo, il passaparola costituisce il primo canale di comunicazione per i turisti che alloggiano in Puglia (40,3%). Si afferma, la diffusione dei nuovi strumenti di comunicazione on line per la promozione del territorio e delle strutture.

In tutto il mondo i Social Network giocano un ruolo chiave nell’esperienza turistica degli utenti, dalla scelta della destinazione, alla prenotazione dell’ hotel, fino alla condivisione delle proprie esperienze durante e dopo la vacanza.
Alcuni dati rilevanti emersi da una ricerca per conto di un catena di Hotel britannica:

  • il 92% degli utenti dichiara di aver fiducia nelle informazioni fornite dai nuovi media. Il passaparola e le raccomandazioni di amici e parenti hanno un influenza superiore rispetto alle altre forme di pubblicità,
  • il 70% degli utenti globali dichiarano che le recensioni online degli stessi consumatori (su TripAdvisor, Expedia, Yelp ecc) sono la seconda forma più attendibile di pubblicità,
  • il 52% degli utenti di Facebook ha dichiarato che le foto dei loro amici ha ispirato la scelta per le vacanze e piani di viaggio,
  • il 46% degli utenti globali dichiarano di lasciare una recensione sull’ hotel, o il b&b sui siti di recensioni come TripAdvisor,
  • il 55% diventa fan della pagina facebook relativa alla vacanza (hotel, ristorante, Bed & Breakfast ecc).

Come migliorare la tua visibilità sul web

Per competere con successo in questo scenario, nel quale si è affermato da tempo l’abitudine all’utilizzo di internet come canale “di fiducia” per l’intermediazione e il reperimento di informazioni sul vostro Hotel, Ristorante o B&B, non ci si può sottrarre dal suo utilizzo come principale leva di marketing e sorgente di booking online.

La condivisione di contenuti creati dagli utenti è un mezzo immediato e altamente virale, che consente di far conoscere un hotel o una destinazione, invogliando i viaggiatori a prenotare. Ma essere presenti a tempo perso con un profilo aziendale sui social network come Facebook, Instagram o Pinterest non basta. Ecco alcuni consigli validi per tutte le imprese turistiche del Salento:

  1. Social Media Marketing
    Una gestione strategica, creativa e unificata è un’imperdibile opportunità per avere maggiore visibilità, incrementare le visite del sito e ottenere più conversioni dirette: disintermediare i canali di booking online deve essere l’obiettivo di ogni albergatore. Scegliere un abile social media manager è la scelta vincente, poichè creare contenuti di qualità, accrescere i follower, creare e analizzare campagne su Facebook e Instagram richiede spiccate doti creative e analitiche, e soprattutto tanto tempo che un imprenditore non avrebbe.
  2. I Canali di Recensioni Online
    Molta attenzione va dedicata ai social come TripAdvisor, che offrono recensioni sulla varie strutture ricettive e ristoranti: seguirli costantemente, rispondendo con educazione a eventuali recensioni negative eviterà imbarazzanti perdite economiche.
  3. Il Posizionamento su Google
    Anche se utilizzi sempre di più i Social come canale informale e di promozione turistica, ricordati che gran parte delle ricerche vengono fatte da Google, che oggi è diventato anche un comparatore di prezzi dal quale è possibile prenotare direttamente una camera. Segui e ottimizza costantemente il tuo Posizionamento nei risultati dei motori di ricerca studiando la concorrenza.
  4. Il Sito Web
    Non tralasciare mai la cura del
    Sito Web, la tua veste ufficiale, che deve essere necessariamente navigabile dai sempre più diffusi dispositivi touch, connesso ai social, curato con foto di altissima qualità e arricchito di contenuti freschi sul tuo territorio. Meglio se hai installato un buon Booking Engine, il software che ti permette di ricevere prenotazioni direttamente dal sito con minore fatica. 
  5. Gli Operatori Turistici Online
    Piattaforme come Booking.com sono ottimi canali per ottenere visibilità, specie se sei un’attività agli inizi. Le OTA non vanno mai abbandonate. Tuttavia a lungo andare ti accorgerai che le commissioni pagate eroderanno i tuoi incassi. Incentivare le prenotazioni dirette è un’attività faticosa, ma alla lunga avrà grossi benefici: oltre ad ottenere maggiori guadagni, fin dal primo contatto costruirai un rapporto confidenziale con i tuoi clienti. Anche gestire e sincronizzare tariffe e disponibilità tra i diversi canali può essere faticoso: un altro consiglio è investire in un Channel Manager che ti permetterà di dedicare più tempo al tuo lavoro di imprenditore del turismo.
Web Marketing Turistico per Hotel, B&B, Ristoranti del Salento

Richiedi una consulenza per la tua struttura ricettiva

Post Correlati